17 January 2017

I record del Barça e di Messi

Domenica 6 febbraio 2011

Il Barça ha disintegrato il record del Madrid di Di Stéfano e Puskás che risaliva al 1960/61: sono 16 le vittorie consecutive nella Liga della squadra di Guardiola che sta vincendo dal 16 ottobre.

Sabato sera al “Camp Nou” ha sconfitto per 3-0 l’Atlético Madrid, una squadra che ha sempre creato problemi al Barça. Nona tripletta della carriera per Messi che aveva temporaneamente superato Cristiano Ronaldo come Pichichi con 24 reti (in soli 19 incontri); ma sono già 40 (in 33 partite) in tutte le competizioni, solo 7 in meno di quelle realizzate alla fine della scorsa stagione. E siamo solo a febbraio!

Altri record per Messi: dopo aver uguagliato il quarto realizzatore del Barça di sempre (Escolà, 164 reti), con la tripletta di ieri ha raggiunto quota 167 ed ha già nel mirino i successivi: Pep Samitier (178), Laszi Kubala (194) e il lontano César (235). Ma il momento in cui Messi ha ricevuto più applausi è stato quando ha rincorso per 30 metri il suo compagno di nazionale Kun Agüero fino a togliergli la palla.

Pedro invece non è riuscito a segnare per la settima giornata consecutiva. Ma il tridente del Barça ha marcato finora 50 reti nella Liga (oltre a quelle dell’argentino, Villa 14 e Pedro 12), 2 in meno di tutte quelle del Madrid messe insieme.

Nell’andata della Liga il Barça aveva già battuto altri tre record: numero di punti (52), reti segnate (61) e vittorie consecutive fuori casa (10).

http://www.youtube.com/watch?v=6m0wpmmmYrk

Il Madrid e Cristiano Ronaldo hanno risposto domenica sera al “Bernabéu” strapazzando la Real Sociedad per 4-1, con una doppietta del portoghese e reti di Kaká (per una volta a livelli eccellenti) e di Adebayor. Cristiano si è ripreso la vetta del Pichichi: il Marca, giornale sportivo di Madrid e madridista che organizza il premio, considera che il portoghese abbia marcato 25 reti, calcolandone una in più: una punizione di Cristiano deviata dalla schiena di Pepe che neanche l’arbitro ha messo a referto come suo gol.

Comments

  1. Contento per Messi e per il Barça, tenere il Madrid ancora a meno 7 fa stare più tranquilli tifosi dei Blaugrana e “nemici” del Madrid e del suo allenatore (ma a proposito, Mourinho va sul campo di allenamento anche per dare un gioco alla squadra o “lavora” solo su su testa e motivazioni dei giocatori?)
    Ma una cosa volevo chiederti: non ti pare che la Liga si stia riducendo ancor più negli ultimi anni ad una semplice lotta a 2? Magari c’è sempre stata, ma nel passato anche recente non sono mancate le eccezioni come La Coruna, Valencia, Siviglia.
    In serie A il livello delle squadre di vertice è forse minore, ma è probabilmente più alto quello del resto del campionato. Come si usa dire, la prima può sempre perdere con l’ultima…
    E’ vero che il Madrid ha perso punti con squadre di medio-bassa classifica (Almeria e Osasuna), ma resta il fatto che Barça e Madrid hanno fatto il vuoto già a metà campionato…

    • si, contento per i punti di vantaggio, ma la Liga e’ lunga e “quelli la’” sono sempre pericolosi…

      per il resto hai ragione miele.
      gia’ da tempo e’ sempre piu’ una lotta a due. se il livello medio (di gioco, di partecipazione di pubblico) e’ piu’ alto che in italia, e’ ovvio che le possibilita’ di vittoria finale sono sempre piu’ ridotte a una delle due grandi (ultimamente soprattutto una).
      g

Lascia un commento

*