17 January 2017

Milito non entra nella lista per il Pallone d’Oro

Giovedì 28 ottobre 2010

È stato pubblicato l’elenco dei calciatori che concorreranno al Pallone d’Oro per il 2010. Il successore di Lionel Messi, che sarà premiato a Zurigo il prossimo 10 gennaio, uscirà probabilmente dal terzetto Xavi, Iniesta, Sneijder. Ma la notizia è l’assenza di Diego Milito tra i 23 prescelti.

Nato nel 1956 come iniziativa della rivista francese Onze in cui votava una selezione di giornalisti di tutti i paesi europei, dal 1994 il Pallone d’Oro si è aperto anche ai calciatori extraeuropei e dal 2007 ai giocatori che militano in club non affiliati all’UEFA (cioè non solo dei campionati europei). Da quest’anno una nuova rivoluzione, molto più pesante: il premio si è fuso con il FIFA World Player e così hanno fatto le due giurie, 208 giornalisti e 208 tra allenatori e capitani di nazionali. Il premio ha cambiato anche nome e si chiamerà ora Pallone d’Oro FIFA.

Anche se a volte le scelte per il premio sono state in passato criticabili, personalmente non sono assolutamente favorevole a questo nuovo cambiamento: i due premi dovevano rimanere divisi e così pure le due giurie.

Normalmente negli anni in cui si disputano i Mondiali i risultati della competizione iridata prendono il sopravvento nei giudizi dei giurati: caso estremo l’assurdo Pallone d’Oro dato a Fabio Cannavaro nel 2006.

Nella rosa dei prescelti la Spagna Campione del Mondo presenta sette giocatori e, come già lo scorso anno, nessun italiano, ennesima indicazione della decadenza del calcio nostrano. Come fa notare un amico interista, è però assurdo che nella lista sia entrato per esempio Asamoah Gyan e sia rimasto fuori Diego Milito. È vero, il cannoniere di Bernal sembra essersi bloccato: ai Mondiali Maradona lo considerava il sostituto di Higuaín e anche nella partita in cui ha giocato dall’inizio (la terza del girone, contro la Grecia) non ha brillato ed è stato sostituito. Poi il buio, con un disastroso inizio del 2010/11. Ma non bisogna dimenticare quanto Milito sia stato decisivo nella conquista dei tre titoli dell’Inter della scorsa stagione: dalle 22 reti in campionato, alla doppietta nella finale di Champions (manifestazione in cui aveva segnato altri tre gol), alla rete nella finale della Coppa Italia.

Milito dal canto suo ha ringraziato tutti coloro che gli hanno fatto sentire affetto di fronte a questa delusione, sia tra i tifosi nerazzurri che tra quelli Genoa che, come si vede nei vicoli di Genova, non lo hanno dimenticato.

Comments

  1. Concordo sul mal di stomaco per la fusione tra pallone d’oro e fifa world player.
    la notizia mi lasciò un po’ di amaro in bocca.
    ennessimo blatterismo sospetto…
    il pallone d’oro aveva un fascino paneuropeo d’antan “di quel calcio là”.
    sono scelte che hanno una convenienza economica nell’immediato ma alla fine portano la cosa a spegnersi… vedremo!

  2. Paolo Negri says:

    Perchè, Milito è un campione? Anche Pruzzo, Pulici e Graziani segnavano a valanga in campionato o nelle coppe, ma in Nazionale deludevano e ci hanno giocato poco: non avevano il livello internazionale, vedi Milito con l’Argentina. Comunque Il Pallone d’Oro è diventato una buffonata che France Football ha svenduto alla Fifa, prevede candidature assurde quando dovrebbe essere libero e premiare i talenti assoluti in virtù delle loro qualità e non giocatori sulla base delle vittorie annuali con le loro squadre. Su, non scherziamo: Snejder è un fuoriclasse? Allora Neeskens e Van Hanegem erano da Pallone di Platino.Messi tutta la vita. E Xavi… e INiesta, al di là dei successi collettivi

    • alessandrogori says:

      ciao paolo,
      contento di vederti attivo da queste parti!
      infatti, FF ha svenduto il pallone d’oro alla FIFA, non ci piove.
      il discorso su milito non era che doveva vincere il pallone d’oro, ma che non rientri tra i 23 candidati e’ uno scandalo.
      se poi vogliamo confrontare i giocatori di oggi a quelli di una volta allora ci viene proprio da piangere (e’ una delle idee di questo blog).
      cmq messi, xavi, iniesta anche per me, ma si sa che contano i trofei vinti, per cui speriamo il secondo o il terzo.
      ciao,
      a

Lascia un commento

*